Giulia Salis

Nata a La Spezia, classe 1983, dopo la Laurea in Scienze dei Beni Culturali con Curriculum in Storia e conservazione dei beni teatrali, cinematografici e televisivi, presso l’Università degli Studi di Milano, con votazione 110 con lode, si concentra sulla formazione teatrale spaziando da seminari di recitazione (Mamadou Dioume – CIRT di Peter Brook, Annig Raimondi, Karina Arututyunyan – Accademia dei Filodrammatici di Milano e Accademia Teatrale Veneta), teatro danza (Sisina Augusta), voce (Ian Magilton – Roy Hart Theatre, Camilla Barbarito – Teatro del Sole), canto e canto polifonico (Anita Daulne – Zap Mama, Francesco Forges – Conservatorio di Milano e Trieste), clownerie (Gonzalo Alarcon Dall’Orso – Hopla Circus di Bruxelles) e commedia dell’arte (Carlo Boso – AIDAS di Versalilles).

Nel 2009 fonda insieme all’attore-regista Ruggero Caverni la compagnia teatrale e Associazione culturale Atelier Teatro di Milano di cui è presidente e co-direttrice artistica. Prende parte a tutte le produzioni in qualità di attrice, spaziando dal teatro greco (la trilogia di Aristofane “Le nuvole”, “Pluto/Pace” e “Gli Uccelli”), alla rivisitazione del mito nel teatro del Novecento (““Orestiadi” da Pasolini, Sartre e Camus), fino a opere originali (“Rosmunda e Al Boino” “L’asino d’oro” scritto da Carlo Boso). Nel 2018 scrive e interpreta lo spettacolo “Cassandra”, arrivando anche al celebre Festival Mhytoslogos di Lerici, tappa fissa delle tournée estive della compagnia.
Parallelamente, si segnala la partecipazione dal 2011 a diverse produzioni firmate da Mamadou Dioume, tra le quali si ricordano “Che la terra vi sia leggera” di Kossi Efoui (2013) e “Prometeo incatenato” di Eschilo (2014) in scena anche al Teatro Elfo Puccini di Milano.

Dal 2018 la compagnia Atelier Teatro ha attivato il progetto Atelier dei Ragazzi che prevede spettacoli didattici e laboratori per la scuola primaria, che vede Giulia Salis impegnata nei ruoli di attrice, educatrice e organizzatrice. Continua così il ruolo di operatrice teatrale che aveva avuto modo di esprimere quale singola dal 2012, e presso il Museo Farfalla di Milano (2015-2018) e nella compagnia stabile del Teatro Trebbo di Milano fondato da Toni Comello (2009-2017).
L’attività di formazione della compagnia, la vede dal 2013 ad oggi alla conduzione del laboratorio per non professionisti nel quartiere di Baggio a Milano.
Nel 2013-2014 aveva condotto il laboratorio e curato la regia delle opere “Il Banchetto” di Banchieri e “Membra Iesu Nostri” di Buxteude, in collaborazione con l’Associazione SoloCanto (Maestro Pilar Bravo).

All’attività teatrale affianca quella di organizzatrice. Iniziata nel 2010 con la Rassegna di Café Teatro “Skeccia” presso l’Arci Cicco Simonetta di Milano e proseguita nel 2013-2014 con l’organizzazione di “Carrefour – Un crocevia di esperienze”, progetto internazionale di residenza, drammaturgia e creazione teatrale che ha coinvolto 50 artisti tra attori, drammaturghi e musicisti, si concentra dal 2009 sulla programmazione e realizzazione di tutti i progetti dell’Associazione Atelier Teatrale, gestendo sia l’attività formativa (tra cui, dal 2016 ad oggi “Le voci del labirinto”, laboratorio permanente di formazione teatrale con professionisti dello spettacolo dal vivo del panorama internazionale) sia il coordinamento dei festival (a febbraio 2020 “Il mercato dei saltimbanchi”, festival di commedia dell’arte e teatro popolare, affidamento del Comune di Milano per il Carnevale Ambrosiano 2020, e a settembre 2020 “Le mille e una piazza”, festival di teatro popolare nelle periferie milanesi con il contributo di Fondazione Cariplo e in collaborazione con i Municipi 3,4,6,9 del Comune di Milano).

Scarica il curriculum